15
Apr

RUBRICA DONNASLIM: CONSIGLIO NUMERO 2

Lo sappiamo bene noi donne quanto è dura combattere con la RITENZIONE IDRICA, ovvero l’odioso accumulo di liquidi che si forma tra cellula e cellula provocando il gonfiore in determinate zone del corpo più predisposte rispetto ad altre.

LE CAUSE

Disfunzioni nel microcircolo, eccessiva sedentarietà, fumo, abuso di alcolici o di caffé, così come una alimentazione troppo ricca di sale sono i fattori che causano il ristagno dei liquidi.

Fortunatamente, nella maggior parte dei casi si tratta di squilibri dovuti soltanto a uno scorretto stile di vita e cattive abitudini alimentari.

ATTENZIONE anche ad alcuni farmaci che possono dare ritenzione di liquidi.

ACCORGIMENTI ESSENZIALI – RIMEDI – SOLUZIONI?

Dato oggettivo nella ritenzione è certamente una stasi della circolazione venosa e del sistema linfatico.

In primis è consigliabile praticare SPORT. Sedute di allenamenti mirati e seguiti da professionisti in palestra, poiché tutto questo è l’aiuto principale per far sì che il nostro corpo si liberi dall’accumulo dei liquidi.

Fondamentale è anche poi mangiare in modo sano, evitando tutti i cibi salati, e aumentando al contrario il consumo di frutta, verdura, cereali integrali.

Insieme ai liquidi ristagnano, inoltre, numerose tossine che alterano il metabolismo cellulare già compromesso dal ridotto apporto di ossigeno dovuto alla cattiva circolazione.

Puoi aiutarti, di tanto in tanto, con una dieta disintossicante ricca di liquidi e vegetali

(tè, tisane drenanti, centrifughe) , privilegiando quelli ricchi di vitamine antiossidanti e vasoprotettrici, come la vitamina C.

Inutile dirlo, consuma molta acqua oligominerale, almeno un paio di litri al giorno:

una corretta idratazione è necessaria per combattere la ritenzione idrica.

SCRITTO DA: PERSONAL TRAINER VIRNA DE CARLI